io vorrei - Enrico Chicco Conti 21

Chicco
Chicco
Vai ai contenuti
Io vorrei... (trent'anni dopo)
Io vorrei spiegarti in un sussurro i miei antichi errori fatui sogni desideri idee ed anche le illusioni
Io vorrei saperti raccontare le notti senza pace Lo vorrei si certo lo vorrei e non ne son capace
Io vorrei che tu cogliessi il frutto che ora è già maturo tu lo sai adesso è anche tuo questo mio futuro

Ed ora il giorno se va e mi ritrovo qui a pensare a questa vita stanca già
o forse già normale
e penso a te alle tue parole alla tua antica tenerezza frasi vuote naufragate sole
in questo mare di tristezza

Notte immobile che cosa chiedi sotto coltri e dentro letti altrui ?
a me riservi questi tetri veli ombre di sogno poste tra me e lui

Io vorrei che fosse già mattino che fosse caldo e chiaro per poter sorridere al domani ed ingoiar l'amaro
io vorrei sapere cancellare le notti senza pace e vorrò vorrò vorrò vedrai
e ne sarò capace

(testo Daniela Castegnaro - 1982)
..........................................................................

Chiedo all'autunno quel che dà.
La notte, beffeggiando, spoglia questa ostinata vita. Passeggio lungo il viale.
Rivedo noi, quel nostro amore; breve e svanita giovinezza, flebile nube sciolta al Sole sopra a un maroso di incertezza.
Se a volte esule tra i tuoi pensieri ancora interroghi ragioni e cause altrui, se ancor conservi in te un po' di ieri...
Carriera e gloria avverse, notti d'amore perse,
le tue valigie aperte, le sue ambizioni corte,
sono le ombre sorte tra te e lui.



Testo e Musica: Chicco Conti 2012




Chicco
Torna ai contenuti