conformazioni infinite - Enrico Chicco Conti 21

Chicco
Chicco
Vai ai contenuti
Conformazioni Infinite
Ogni stagione ha qualcosa di buono da conservare
Per ogni volto nella memoria germoglia un fiore che non muore mai
Incerte amiche di un tempo annoiato che lo potevi sprecare
Sarebbe insolito trovarsi di nuovo qui a ricordare

A ricordare che dietro a un silenzio ci son storie intere
E in uno specchio la solita faccia ti dice sempre cose che sai già
Che la tristezza è l'odore di un giorno da dimenticare
E quell'odore, per quanto tu faccia, non se ne andrà.

E più è scontato e più sembra che occorra pensare più forte
Per capire inesorabilmente che nessun momento ritornerà
Belle speranze sparite per sempre nell'ombra della sorte
Amiche incerte è incredibile siate tornate fin qua

E vedo Alessia nei suoi distratti riccioli neri
E Federica dai piccoli occhi contrabbandieri
E poi Michela incastrata ai destini dei suoi amori
E Cristiana regina di tutti i cuori

E ancora Debora e le sue gambe; due cattedrali.
E poi Lorenza con seni e inquietudini senza uguali
Alessandra che amava un po' tutti per qualche ora
E Francesca chissà se mi pensa ancora.


Per ogni stagione c'è qualche rimpianto da non trascurare
E chi ti dice che non ha rimpianti non si è voltato indietro mai
Nuova speranza ma tu lo hai capito chi ce lo fa fare
Di svegliarci ogni  giorno più presto, poi correre e andare ?

Correre e andare per arrivar prima a pisciar più lontano
E poi tornare un altra volta a casa a raccontarci che è così che va
Mascherando a noi stessi che in fondo ci occorre molto meno
Abbagliati da grandi progetti di cui Dio ride già

Io rallento e mi accorgo di conformazioni infinite
Equilibri legami e universi di emozioni e possibilità
Ricerco il senso di quel propagarsi di cellule impazzite
E sorrido al pensiero che tutto si livellerà

E vedo Chiara che avrebbe potuto aver più fortuna
Monica, i suoi peluche e le serate al chiar di luna
E Daniela che porta al dito la sua carriera
E Mariangela: rosari e acquasantiera

E ancor Francesca tristezza e zucchero tra le dita
E Alessandra che aspetta da sempre l'amore della sua vita
E poi Lorenza. vorrei comprenderla più di allora
E Mariarosa, Mariarosa che ride ancora.



Testo e Musica: Chicco Conti 2018




Chicco
Torna ai contenuti